IL PARCO DEL FRIGNANO

Il Parco del Frignano è una vasta area protetta a ridosso del crinale tosco-emiliano, ricopre una superficie di 15350,39 ettari, di cui 9000 di parco e 6000 di preparco, interessa sette Comuni della Provincia modenese (Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Montecreto, Pievepelago, Riolunato, Sestola), qui si raggiungono dai 1850 ai 2165 metri del Monte Cimone, l’altezza massima. Il Parco conta al suo interno dieci laghi e cinque corsi d’acqua principali. L'appellativo “Frignano” è fatto risalire agli antichi abitanti della zona, i Liguri Friniates che a causa della conquista romana nel II secolo a.C. si erano rifugiati fra le montagne modenesi.“Il Parco del Frignano, gestito da un consorzio appositamente costituito, è disciplinato da una normativa volta a tutelare la biodiversità e il patrimonio naturalistico, favorendo al contempo la cooperazione istituzionale per la sostenibilità ambientale”.
L’area protetta del Frignano si trova al centro di una regione che vede a sud il Parco dell’Orecchiella, a ovest il Parco del Gigante e a est il Parco di Corno alle Scale; rendendo questa zona un luogo ideale per la conservazione di specie floro - faunistiche in via d’estinzione e per la riproduzione di esemplari rari.
L’estensione del parco garantisce un’ampia varietà di specie animali, infatti, trovano qui un perfetto habitat i più rari come il lupo, l’aquila reale, il gufo e la marmotta e i più diffusi come il capriolo, la volpe e il cinghiale.
Anche la vegetazione, secondo le altitudini, è molto diversa grazie all’alternarsi delle numerose variazioni geoclimatiche avvenute nel corso del tempo. Il territorio è caratterizzato della faggeta che raggiunge un’altitudine di 1700 metri, mentre nella vallata si trovano aceri, querce e i castagneti che, fino a qualche decennio fa, erano la principale fonte di sostentamento delle comunità locali.
Il parco è uno scrigno che racchiude in sé piccoli tesori, come gli abeti rossi presenti vicino ai laghi, questi, altrettanto preziosi, hanno bisogno di essere preservati con cura per la loro indiscutibile bellezza naturale e per il loro ruolo fondamentale di testimoni del passato.
Il parco non è solo natura, ma anche storia e architettura, ben rappresentate dal borgo medievale di Fiumalbo.
Il suo nome, “Flumen Album”, deriva probabilmente dalle spumeggianti acque che lo circondano e scandiscono il tempo di questo verde borgo. La Chiesa Parrocchiale di San Bartolomeo Apostolo è il principale monumento del centro storico risalente al 1200, pur avendo subito numerose modifiche, il suo fascino è rimasto immutato, anche grazie all’inserimento, sulla facciata, del portale e di un elegante protiro rinascimentale su mensole. La Rocca di Sestola è un altro elemento di particolare pregio, la sua cinta muraria accoglie il palazzo dei Governatori, risalente al 1800, la Torre dell’Orologio e le antiche prigioni. Il territorio è inoltre caratterizzato dalla presenza delle cosiddette capanne celtiche: edifici rurali in pietra che presentano particolari facciate a gradoni ricoperti e protetti da lastre di arenaria. La particolare struttura ricondurrebbe questa costruzione alla cultura celtica, come testimonianza dell’architettura e della storia degli antichi abitanti delle montagne del Frignano.
Un altro borgo di caratteristico dell'Appennino è Pievepelago, posto sulle rive del torrente Scoltenna, al centro della valle del Pelago, proprio sul confine tre Emilia e Toscana, nei pressi del Monte Giovo (1991 m) e del Monte Rondinaio (1964 m).
Il territorio circostante, intervallato da splendidi laghi, si presenta ricco di boschi di castagni, faggi e conifere, percorsi da numerosi sentieri. Durante la seconda guerra mondiale il paese si trovò sulla Linea Gotica, al centro di una zona oggetto della lotta di Resistenza, qui infatti trovarono rifugio molti alleati, soprattutto sulle rive dei laghi, dove in epoca moderna sono stati ritrovati reperti risalenti alla guerra, sprofondati sui fondali.


I Nostri Luoghi


S.V.A. SOCIETA' VALORIZZAZIONE ABETONE S.R.L Via radici 5, 41027 Pievepelago(MO) | e-mail: svasrl.fario@gmail.com
Fotografie, Loghi, Video e Sito Web, Made by Web Agency Lotrek | Cookie Policy